Le immagini «rubate» dei portatori di Cristi

Pier Luigi Gardella

È stata inaugurata il 9 settembre nel Palazzo Comunale di Sestri Levante, la mostra fotografica «Portatori di Cristo» che raccoglie trenta immagini scattate da Luca Zennaro che ci fanno entrare in quel mondo, per alcuni un po' misterioso, ma senza dubbio affascinante, delle Confraternite liguri e dei loro portatori di Crocifissi. Luca Zennaro è un fotografo professionista che collabora con alcune tra le maggiori testate d'informazione italiane e che nel 2003 ha pubblicato un libro «Portatori di Cristo» in cui sono raccolte decine di immagini «rubate» alle processioni delle Confraternite. Immagini che propongono i vari aspetti della processione, dai momenti della preparazione del «Cristo», allo splendore dei canti argentati, ai volti rudi dei portatori ed alle preziose vesti processionali. Un libro che, proprio per le pregevoli fotografie, ha conosciuto uno straordinario successo, avendo saputo raccontare, con l'immediatezza dell'immagine, quel mondo ricco di storia e di umanità che è il mondo delle nostre Confraternite. Proprio per questo la Provincia di Genova lo scelse come libro ufficiale del 2004. E lo stesso Card. Bertone ne sottolineò la sua valenza in occasione della presentazione, richiamandosi al documento della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti del 2002 e scrivendo che «risulta anche oggi necessario promuovere la conoscenza di antiche tradizioni religiose nella attenzione di quei fondamentali valori che le costruirono e che sono ancor oggi nella Chiesa imprescindibile punto di riferimento per la vita cristiana».
Nel secolo XIX erano 21 le Confraternite cittadine che operavano a Genova. Gli sconvolgimenti urbanistici ed il clima fortemente anticlericale che caratterizzò la seconda metà dell'ottocento, fecero sparire la maggior parte di esse. Oggi in città sono quattro o cinque le Confraternite realmente attive. Ma la loro vitalità è rimasta nelle riviere e soprattutto nell'entroterra, dove molti sono ancorai giovani che non si «vergognano» di portare il Cristo. La mostra di Sestri Levante raccoglie trenta immagini in grande formato tra quelle che possono essere le più significative del libro di Zennaro. I volti e le mani dei portatori, tese nello sforzo, gli sguardi stupiti dei bambini, la devozione di chi assiste, uniti alla perfetta qualità delle fotografie rendono piacevole la visita ed offrono un modo per avvicinarsi a questo mondo, ancora così vivo. La Mostra resterà aperta sino al 17 settembre con i seguenti orari: feriale 9-12 e 21-23, festivi 10-12, 18,30-20 e 21-23.