Immatricolazioni L’offerta di city-car non tiene il passo Male anche maggio

«Il mercato dell’automobile di maggio è la ripetizione di quello di aprile». È la lettura data da Gianni Filipponi, segretario generale di Unrae, alla situazione delle vendite in Italia a un incontro tenuto dal Centro Studi Promotor. «I contratti non sono male, almeno ai livelli del 2008 - ha precisato il manager -; il calo delle vendite, invece, è una questione di disponibilità di prodotto, soprattutto di city-car e veicoli a gpl e metano». Per Gian Primo Quagliano, direttore del Csp, il calo dovrebbe attestarsi fra il 3 e il 4%. Il primo giugno i dati ufficiali.