Immersione virtuale in cerca di relitti

Dopo Sanremo, Savona e Lavagna, Mondomare festival - la rassegna di arte, gastronomia e spettacoli dedicata al mare - fa tappa a Lerici. L’appuntamento in provincia di La Spezia chiude la manifestazione. Da oggi a domenica arriveranno a Lerici personaggi di grande richiamo, dal premio Nobel Dario Fo al trombettista Paolo Fresu, da Nicola Piovani a Roberto Vecchioni. E collegato a Mondomare, a Lavagna si svolgerà anche un’immersione virtuale alla scoperta dei relitti affondati durante la seconda guerra mondiale. L’appuntamento - slittato di una settimana a causa del maltempo - è per domenica pomeriggio, sul battello che salpa alle 15 dal porto di Lavagna. Grazie a telecamere e monitor, dalla nave si potranno ammirare carcasse e fondali e dialogare con i sommozzatori. Il biglietto costa 10 euro e si fa alla partenza (per informazioni 335-7259754).
A Lerici, invece, gli spettacoli di Mondomare iniziano oggi alle 17 con il concerto itinerante (dal teatro Astoria al Castello) della banda di Caricamento, il gruppo multietnico nato a Genova sulle orme dell’Orchestra di piazza Vittorio di Roma. Alle 18, al Castello, verranno inaugurate tre mostre.
Ampio è anche lo spazio dedicato all’informazione. Oggi alle 19 in piazza Mottino si potrà ascoltare Marco Travaglio («Mare nostrum: un mare di scandali» il titolo del suo intervento), alle 20 al teatro Astoria Laura Boldrini dell’Onu e Valentina Loiero del Tg5 affrontano il tema dei soccorsi a immigrati e profughi che sbarcano sulle nostre coste. Domani, Alessandro Giannì di Greenpeace parla della pesca pirata (alle 11 in Comune) e il giornalista di Repubblica Curzio Maltese dei porti italiani (alle 19 in piazza Mottino). Alle 18 di domani, al teatro Astoria, la parola passa a Donatella Bianchi, storica conduttrice «Linea Blu». Domenica alle 19 al Castello verrà proiettato un documentario di Folco Quilici.
C’è poi il programma degli spettacoli. Si comincia stasera alle 22.30 alla Rotonda Vassallo con il monologo di Dario Fo «Johan padan a la descoverta dell’America». Prima, alle 21.30, al Belvedere Stefanini Giorgio Scaramuzzino in «Il mondo alla fine del mondo». Domani, serata dedicata a Fabrizio De Andrè con Nicola Piovani, Roberto Vecchioni e Elena Vivaldi (21.30 Rotonda Vassallo, ingresso 5 euro). Alle 22.30 si balla in spiaggia con i tamburi di Alfio Antico. Domenica alle 21.30, alla Rotonda Vassallo, spettacolo dedicato allo scrittore Jean Claude Izzo con Antonio Dipollina, Gian Maria Testa, David Riondino. A seguire, Paolo Fresu suona con il contrabbassista norvegese Arild Andersen.
Oltre ai laboratori e ai giochi dedicati ai bambini, a Mondomare festival si parla anche di libri. José Rodrigues Dos Santos, giovane scrittore portoghese, per la prima volta in Italia presenta «Il codice 632», romanzo costruito su una misteriosa ipotesi sulla vera identità di Cristoforo Colombo (domani alle 17 in piazza Mottino). Domenica il capitano lericino Norberto Biso ricorda le sue avventure descritte nel libro «I vivi, i morti e i naviganti» (alle 11 in piazza Garibaldi).
Per il programma completo e altre informazioni, sito www.mondomarefestival.it e numeri 010-6592.229 e 335.6978938.