Immigrati alle urne, gli italiani non si sa

Decine di migliaia di romani all’estero rischiano di non poter votare a causa dei ritardi dell’Anagrafe nella compilazione dei registri Aire. Gli immigrati della capitale potrebbero invece partecipare alle prossime elezioni comunali e municipali grazie a due proposte di delibera di iniziativa popolare depositate nei giorni scorsi in Campidoglio. Se fosse una «coincidenza» intenzionale, meriterebbe di finire nei manuali della strategia politica, e potrebbe influenzare sensibilmente il risultato elettorale delle prossime amministrative. Ma se anche fosse una semplice e casuale sovrapposizione di eventi, il risultato non cambia. La preoccupazione per il cumulo di arretrati da smaltire per l’aggiornamento dei registri Aire cresce di giorno in giorno, dopo la documentata segnalazione del consigliere di An Bruno Prestagiovanni e la denuncia del Giornale. Sicuramente sarà una coincidenza. Sarebbe singolare, però, che per eleggere le istituzioni della capitale d’Italia potessero votare gli stranieri ma non gli italiani.