Immigrati in coda davanti agli uffici postali

Tutto si è svolto senza disordini: duemila sportelli a Roma e provincia

Si sono messi in fila fin da lunedì pomeriggio davanti agli uffici postali abilitati gli immigrati che ieri hanno consegnato, a partire dalle 14.30, le domande di assunzione. Le code si sono intensificate ieri mattina ma nel corso della giornata non si sono registrati episodi di disordine né di particolari disagi. In molti casi gli stessi extracomunitari si sono organizzati nell’attesa davanti agli uffici, dandosi a volte anche il cambio per mantenere il posto. Per prevenire ed evitare situazioni difficili è stato disposto un servizio di vigilanza saltuario, agli ingressi delle poste, con volanti e pattuglie delle polizie di stato e dei carabinieri che hanno monitorato le code. A Roma e provincia sono stati in tutto 600 gli uffici postali abilitati, di cui 200 nella capitale, che hanno raccolto le domande degli immigrati per un totale di 2 mila sportelli.