Immigrati, un’esplosione di violenza

Immigrati scatenati: nel giro di poche ore, in città, si sono registrati due omicidi, un tentato omicidio e vari reati minori, tutti commessi da stranieri. Il più efferato all’interno dell’ex colonia Vittorio Emanuele a Ostia, da anni trasformata in un centro sociale okkupato da centinaia di immigrati di diversi etnie. Ieri è stato trovato, in una stanza, il cadavere impiccato di un pakistano di 43 anni con regolare permesso di soggiorno. È stato sgozzato da un connazionale col quale aveva litigato poche ore prima. Un polacco agonizzante è stato trovato, invece, in una strada di Dragona ed è morto poco dopo il ricovero in ospedale. Ucciso a calci e pugni anche lui da suoi connazionali. Un egiziano è stato accoltellato all’Alessandrino e sette clandestini sono stati arrestati.