Immigrati sfruttati, in cella consigliere di Rifondazione

Un consigliere comunale di Rifondazione comunista a Partitico (Palermo), Ottavio Puleo, è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. L'uomo, che è un imprenditore agricolo, avrebbe fatto lavorare nel suo fondo agricolo 23 indiani giunti clandestinamente in Italia. I poliziotti li hanno trovati all'interno di un furgone mentre andavano al lavoro nel terreno del consigliere comunale. Due degli extracomunitari, già destinatari di provvedimenti di espulsione, sono stati arrestati mentre gli altri 21 sono stati espulsi. «Stupore» per la notizia ma «estrema fiducia nell'operato della magistratura». Così Marco Assennato, segretario provinciale del Prc a Palermo ha commentato la notizia dell'arresto del consigliere Puleo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. «Puleo è già stato sospeso cautelativamente dal partito - dice Assennato - e domani (oggi per chi legge, ndr) cercheremo di capire meglio la vicenda».