Immigrazione Maroni contro Malta: "Non soccorrono i barconi in avaria"

Il ministro dell'Interno punta il dito, in una lettera all'Unione Europea,  contro le autorità maltesi: &quot;Stiamo salvando anche le barche in avaria nelle acque maltesi&quot;. Dopo una settimana di tregua sono ripresi gli sbarchi sull'isola siciliana: in 24 ore più di 1500 profughi. Sono 220 i migranti soccorsi quest'oggi<br />

Dopo una settimana sono ripresi gli sbarchi di clandestini a Lampedusa. In meno di due giorni sono arrivati più di 1500 profughi sull'isola siciliana e alucne imbarcazioni sono state soccorse in mare a causa di avarie. L’Italia ha segnalato all’Unione europea il mancato soccorso da parte di Malta a uno di questi barconi in avaria carichi d’immigrati. "Unità della guardia costiera italiana sono intervenute la scorsa notte all’interno della zona SAR (Search and Rescue) di competenza maltese in soccorso di un imbarcazione in avaria con a bordo 209 persone che sono state condotte a Lampedusa".

L’Italia "ancora una volta nel primario interesse della salvaguardia della vita umana in mare - rileva il Viminale - a fronte del mancato intervento da parte di Malta, ha evitato una nuova possibile tragedia". Così, "tramite il rappresentante diplomatico permanente d’Italia presso l’Ue, il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha segnalato il caso alla Commissaria europea, Cecilia Malmstrom, chiedendo ancora una volta di adoperarsi affinchè vengano rispettati la competenza e il dovere di intervento nelle rispettive zone SAR da parte di tutti i Paesi membri, assicurando il corretto svolgimento delle operazioni di ricerca e salvataggio in mare".

Sono 220 i migranti soccorsi quest'oggi e già arrivati al porto di Lampedusa. Segnalata dalle autorità maltesi, un'imbarcazione è stata infatti soccorsa in acque italiane dai mezzi della Guardia di Finanza e dalla Capitaneria di porto visto che imbarcava acqua. 62 persone sono state trasbordate su un mezzo della Gdf, altre 158 su quello della Guardia Costiera. Sono tutti uomini, e stanno tutti bene. Al momento non c'è stato nessun altro avvistamento. 

Un barcone con circa 150 migranti a bordo proveniente dalla Tunisia che si trova ad una cinquantina di miglia da Lampedusa, ha lanciato poco fa un allarme per un’avaria al motore. Il barcone è stato avvistato da un peschereccio, che ha dato l’allarme alle autorità di Malta poichè il barcone si trova in acque Sar di sua competenza. I maltesi hanno però chiesto l’intervento delle autorità italiane sostenendo di non avere motovedette disponibili. Da Lampedusa sono così partite due motovedette per soccorrere il barcone. E un altro intervento di ricerca e soccorso è in corso a Pantelleria: un gommone con 8 persone a bordo ha lanciato l’allarme con un telefono satellitare per un’avaria al motore. Alla ricerche del gommone partecipano tre motovedette, due elicotteri e una nave della marina.