Immobili comunali Via libera al fondo per la cessione

Creare un Fondo immobiliare ad apporto pubblico, costituito da Palazzo Marino con la Cassa depositi e prestiti. È il primo passo del nuovo Piano per la valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale, presentato ieri dal sindaco Letizia Moratti e dall’assessore alla Casa Gianni Verga ai segretari e capigruppo milanesi di Fi, An, Lega e Udc riuniti a Palazzo Marino. Attraverso il fondo, l’amministrazione punta a valorizzare e dismettere - attraverso la vendita, l’affitto o la concessione alle condizioni più favorevoli del mercato - una prima tranche di 76 lotti immobiliari, soprattutto uffici e negozi vuoti ma anche appartamenti. «Non andremo a toccare gli immobili di edilizia residenziale», assicura Verga. Il piano prevede che il Comune incameri dall’operazione circa 200 milioni entro la fine del 2007. La delibera, con l’elenco degli immobili comunali interessati, arriverà in consiglio comunale entro la metà di ottobre. Alla maggioranza l’amministrazione ha dato garanzie, hanno riferito i consiglieri, sulla finalizzazione dei proventi della «valorizzazione», che saranno utilizzati per opere pubbliche e in particolare per l’edilizia popolare, e sui diritti per chi attualmente abita in alcuni degli stabili in questione. «Gli affittuari regolari avranno diritto di prelazione a condizioni particolari - assicura il sindaco Letizia Moratti -. Garantito anche il diritto a rinnovare il contratto in essere per gli over 65, famiglie con disabili a carico e con più di due figli».