«Immobili, saranno 12 mesi molto difficili»

Il 2008 sarà un anno difficile per il settore immobiliare italiano. I primi dati dell’ufficio studi di Gabetti indicano mediamente una flessione dei prezzi dell’1% e una diminuzione delle compravendite del 3,5%. La contrazione sarà più evidente nelle grandi città come Roma e Milano dove sono previsti prezzi in calo del 2% e una riduzione delle compravendite dell’8%. Si difenderanno invece le città medie e piccole e i luoghi di villeggiatura dove i prezzi sono attesi in discesa dell’1%. Gabetti sottolinea come le difficoltà del mercato sembrino destinate a perdurare anche nel 2008: «Si salveranno solo i quartieri interessati da interventi rilevanti di riqualificazione urbanistica mentre saranno in maggiore difficoltà le aree in cui già oggi l’offerta risulta in eccesso. Fra le località turistiche, difenderanno meglio il valore degli immobili quelle meglio collegate e più tutelate da un punto di vista ambientale».