Immobiliari su grazie ai Siiq

Le Borse riprendono a correre e Piazza Affari si pone nelle prime posizioni, con una riunione che però ha tentato di scegliere nuovi temi operativi. Come conferma l’andamento degli indici: mentre lo S&P/Mib cresce di poco più dell’1%, ha brillato il Midex (più 2,24%). Il tutto sostenuto da scambi intensi che, anche ieri, hanno sfiorato i 6 miliardi di controvalore. Il recupero della Borsa milanese riporta il progresso mensile a oltre il 3%, mentre su base annuale si ritorna a vedere un plus del 15%. Protagonista della giornata il comparto energetico: bene i petroliferi, con Saipem in crescita del 3,3% ed Eni dell’1,6%, ma l’interesse persiste per le utilities, in vista di possibili concentrazioni. Aem ritorna ai massimi dei giorni scorsi, ed Edison cresce dell’1,3%; in deciso rialzo Enel (più 3,3%). Passi misurati nel comparto bancario, in ripresa Fiat (più 3,3%) e in recupero i titoli del lusso, nonostante la nuova débâcle del dollaro. In rialzo le azioni immobiliari, come Immobiliare Lombarda (più 2,8%) e Igd (3,04%) che beneficiano della possibile introduzione di favori fiscali grazie alla nascita dei Siiq. Sugli scudi Finarte (più 33%), in ripresa Richard Ginori (più 10,2%).