Immsi è pronta a quotare la Vespa

Piaggio

In casa Piaggio fervono i preparativi per il debutto in Piazza Affari. L’appuntamento è fissato per domani nel quartier generale del gruppo motociclistico quando il presidente Roberto Colaninno chiederà al consiglio di amministrazione di avviare il percorso per il collocamento in Borsa. La quotazione è attesa nella prima metà del prossimo anno e rappresenterà una probabile via di uscita per i soci di Piaggio slegati dalla controllante Immsi: vale a dire Deutsche MorganGrenfell (25% circa) e le 27 banche che due anni fa sostennero la società (hanno il 37,5% più alcune quote dirette). Tre, secondo Radiocor, sono le banche capofila dell’operazione nel ruolo di global coordinator (Lehman Brothers, Intesa-Caboto e Deutsche Bank) cui si potrebbe aggiungere un quarto istituto (in gara Morgan Stanley, Jp Morgan e Merrill Lynch). Sul mercato andrà tra il 35% e il 45% del gruppo mentre non ci sarà un aumento di capitale.