Immsi Scendono fatturato e profitti Niente dividendo dal gruppo Colaninno

Il gruppo Immsi, che fa capo a Roberto Colaninno, ha realizzato nel 2008 ricavi per 1,736 miliardi (-5,95%) e un utile netto di 14,2 milioni, contro i 32,7 milioni del 2007; come informa la nota diffusa al termine del cda, la holding definisce i risultati gestionali «complessivamente positivi, pur a fronte del profondo deterioramento del quadro macroeconomico di riferimento». Nel 2008 e nel gennaio 2009, Immsi ha investito 80 milioni nell’acquisto della partecipazione in Alitalia/Cai: al termine dell’operazione, e dopo l’ingresso nel capitale di Air France-Klm, la partecipazione detenuta nella compagnia aerea è pari al 7,08%. «In considerazione della durata e delle implicazioni della crisi dei mercati internazionali - aggiunge la nota - e al fine di rafforzare ulteriormente la struttura patrimoniale del gruppo Immsi, il cda proporrà all’assemblea di non distribuire dividendi». Quanto alle prospettive per il 2009, gli elementi di criticità arrivano da Rodriquez Cantieri Navali, per cui «è prevedibile una riduzione del valore della produzione a livello consolidato, e risultati non ancora in linea con le aspettative di equilibrio economico». Esistono, tuttavia, «buone prospettive per quanto riguarda l’acquisizione di nuovi contratti del settore militare». Quanto a Piaggio, «si focalizzerà sul miglioramento continuo della propria competitività in tutti i settori e mercati in cui opera». Il cda ha poi deciso di chiedere all’assemblea del 29 aprile l’ok per un piano di acquisto e disposizione di azioni ordinarie della società. Il board chiederà, inoltre, una nuova delega per aumentare il capitale sociale entro 5 anni per massimi 500 milioni nominali.