«Impariamo dall’esempio di Walter Veltroni»

Siamo totalmente stupiti dalla decisione del Comune di Genova, ovvero del Consiglio comunale, anzi addolorati .
Non entriamo nella polemica politica (del tutto inutile), ma ci schieriamo con la famiglia di Fabrizio.
È la terza volta che in poco tempo ci capita di assistere alla applicazione di una norma del tutto obsoleta che prevede che per dedicare una via, una piazza, un monumento, occorrano almeno 10 anni per l'assegnazione: il primo nel caso della morte di Papa Giovanni ove abbiamo proposto a furor di popolo a Bologna e Torino sostituendo rispettivamente via Stalingrado e Unione Sovietica, per Marco Pantani a Cesenatico, ed ora per Fabrizio Quattrocchi a Genova.
Bene ha fatto il Sindaco di Roma che ha già indicato Stazione Termini per Papa Giovanni ed una via per Fabrizio.
Dal sito http://www.telefonoblu.it/liguria/genova/index.htm continua la petizione on line inziata dalla tragica scomparsa.
Telefono Blu inoltre chiederà al Parlamento di modificare la norma indicata ed invita tutti i Genovesi di buon cuore a darci una mano per ricordare questo concittaddino morto per mano di terroristi.