Un impegno costante per il territorio

Pubblicato e presentato a Firenze il volume: «Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Attività significative per il territorio di una storica associazione fiorentina». Il libro fa riferimento al quinquennio 2003-2007, un periodo di considerevole sviluppo, sia dei mezzi economici impiegati che dei progetti messi in cantiere e portati a compimento. L’azione dell’Ente si manifesta attraverso il piano programmatico triennale che viene varato dal Comitato di indirizzo - l’organo preposto all’elaborazione degli orientamenti strategici della fondazione - e che si traduce in interventi in quattro settori rilevanti: Arte e Attività Culturali, Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica, Beneficenza Assistenza Utilità Sociale, Protezione e Qualità Ambientale. In particolare dal 2003 al 2007 l’Ente ha stanziato complessivamente 184.783.296 euro, così ripartiti: 87 milioni circa per il settore Arte e Attività Culturali; 39 per Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica; 45 per Beneficenza Assistenza Utilità Sociale e quasi 13 per Protezione e Qualità Ambientale. Le istanze del territorio hanno dimostrato una grande volontà di partecipare e di portare a compimento i progetti.
L’Ente ha cercato di rispondere al meglio delle sue possibilità confermando la sua costante presenza e affidabilità pur in tempi di una sensibile contrazione delle risorse pubbliche. L’Ente non pone condizioni nel concedere finanziamenti e contributi, purché siano spesi secondo gli obiettivi dichiarati e in un contesto di chiara trasparenza. La funzione di stimolo del Comitato di indirizzo ha favorito inoltre in questi anni una forte disponibilità della Fondazione nei confronti dei progetti motu proprio, ossia iniziative di grande rilevanza fatte proprie dall’Ente e realizzate in maniera condivisa con altre realtà istituzionali, oppure interamente ideate, promosse e prodotte dall’Ente Cassa attraverso le proprie strutture interne.