Imperdibile Bill Evans dal vivo al Birdland

Bill Evans è stato uno dei più grandi esponenti del trio pianoforte-contrabbasso-batteria. Ha avuto il suo momento di maggior fulgore tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio dei Sessanta, sebbene i riconoscimenti migliori gli siano arrivati più tardi, perfino poco prima della sua prematura scomparsa nel 1980. Nel 1957 incontrò il giovane contrabbassista Scott LaFaro, insieme con il batterista «melodico» Paul Motian, e con loro fondò un sodalizio che non si sarebbe più ripetuto allo stesso livello: tanto è vero che quando, il 6 luglio 1961, LaFaro morì in un incidente stradale, Evans pensò di abbandonare la musica e si riprese solo dopo un lungo travaglio. Il quartier generale dei suoi concerti dal vivo, fino alla perdita di LaFaro, fu il club Village Vanguard di New York. Ma c’è adesso questo magnifico album che ci ricorda la sua frequentazione del Birdland nell’anno precedente. I 12 brani sono piuttosto brevi per rispettare le esigenze della trasmissione radio da cui sono ricavati: in passato erano apparsi in lp, ma non tutti e in versioni parziali. Sono per lo più temi standard, come suole Evans, però sono tutti stupendi e imperdibili.

Bill Evans - Live at Birdland (Fresh Sound)