A Imperia il Pdl va a scuola di politica

Il coordinamento imperiese del Popolo della Libertà, primo in Italia, ha lanciato la scuola politica provinciale in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno. Alle urne andranno infatti 36 comuni dell'estremo ponente ligure, tra questi alcuni molto importanti come Sanremo ed Imperia. La scuola, che inizierà il prossimo 17 ottobre per concludersi a fine gennaio, prevede sette incontri su temi di politica nazionale e locale. Nel ruolo di «docenti» sono stati chiamati alcuni parlamentari liguri e consiglieri regionali, ma anche due Ministri della Repubblica: Claudio Scajola e Roberto Calderoli. «Lo scopo è quello di formare i giovani e chi si avvicina per la prima volta alla politica, ovvero quella che sarà la nuova classe dirigente» ha detto Cristina Barabino, responsabile di Azzurro Donna di Imperia. «Questa è la prima scuola politica del Pdl in Italia - aggiunge il coordinatore provinciale di Forza Italia Maurizio Zoccarato - il nostro obiettivo è quello di dimostrarci il coordinamento più preparato, capace e organizzato sul territorio. La buona riuscita di questa scuola potrà essere di modello anche fuori provincia». Le lezioni, tutte presso l'Hotel Nazionale di Sanremo, si chiuderanno il 23 gennaio con Claudio Scajola che parlerà di «Ruolo e funzioni di un Ministro della Repubblica». Un'occasione quindi anche di aggregazione per il Popolo della Libertà che ad Imperia dovrà riconfermarsi, dopo i due mandati del sindaco Luigi Sappa, e a Sanremo dovrà riconquistare il Comune ora nelle mani di Claudio Borea e del centrosinistra. «Le prossime elezioni saranno una tappa fondamentale - aggiunge il presidente provinciale di AN Paolo Strescino - sarà inoltre un passaggio chiave in vista delle regionali del 2010».