Imperia, An perde i pezzi a favore della «Destra»

È stato per due anni ai margini della politica, dopo la sconfitta alle ultime elezioni regionali, ma adesso torna e si riprende tutto compresi gli interessi. Si tratta di Massimiliano Iacobucci, ex enfant prodige di Alleanza Nazionale, che oggi presenterà a Sanremo il movimento della Destra di Francesco Storace. Iacobucci si pone come uomo forte e referente per il ponente ligure rientrando così pesantemente in gioco nella vita politica. A farne le spese è la stessa An che perde a Imperia una porzione importante dei suoi esponenti, molti dei quali presenti nelle varie amministrazioni. A Sanremo, luogo chiave della politica in provincia di Imperia, An dimezza il suo peso con uno dei due consiglieri comunali che aderirà al progetto Storace. Il movimento troverà rappresentanza anche nei consigli comunali di Ventimiglia e Bordighera. Situazione ancora più delicata in consiglio provinciale dove, con il passaggio di almeno uno dei quattro consiglieri alla corte di Iacobucci, potrebbe essere messo in discussione addirittura uno dei due assessori di An presenti in giunta. Un vero colpo al cuore per l'onorevole Eugenio Minasso padrone incontrastato, da due anni a questa parte, di Alleanza Nazionale. La sua è stata una crescita politica e di consenso esponenziale, iniziata con la riconferma in Regione e culminata con l'elezione in Parlamento. Minasso, divenuto anche coordinatore regionale del partito, ha attuato in questi anni diversi passaggi politici come l'affidamento della segreteria provinciale e della carica di vicesindaco di Imperia al suo delfino Paolo Strescino, e il «commissariamento» della federazione di Sanremo. Proprio nella città dei fiori si era infatti compiuto l'ultimo atto di forza politica di Minasso che aveva inserito suo padre Quirino alla guida del partito in sostituzione dello stesso Iacobucci, spodestandolo così in casa sua. A questo punto si aprirà un nuovo confronto sugli equilibri politici in provincia di Imperia dove il peso di questa nuova Destra non potrà essere sottovalutato.