Imperia «taglia» solo il Giornale

(...) Le proteste della consigliera di Sinistra Democratica, Carla Nattero, che chiedeva di non tagliare sulle spese di informazione e cultura, hanno trovato pronta risposta nelle parole dell’assessore all’amministrazione finanziaria Rodolfo Leone. «Si fa sempre un gran parlare sulla necessità di ridurre le spese negli Enti Pubblici - tuona Leone - e poi quando si taglia per davvero si protesta. Affrontiamola pure la questione degli acquisti dei quotidiani da parte del Comune di Imperia: è vero, abbiamo ridotto gli acquisti, così come abbiamo ridotto altre spese. Non ci si venga a dire che abbiamo risparmiato «solo» mille euro all'anno. Mille qua, mille là, alle fine soltanto così si può risparmiare. Abbiamo mantenuto l'acquisto di tutti quei giornali che quotidianamente parlano di Imperia e pubblicano notizie che riguardano l'Amministrazione comunale ed i cittadini imperiesi, e che vengono utilizzati per confezionare ogni giorno la rassegna stampa. Tutte le altre notizie di carattere generale, nazionale ed internazionale, i consiglieri comunali possono tranquillamente leggerle acquistando di tasca loro i quotidiani che maggiormente interessano. Colgo anzi l'occasione per ricordare che la consultazione di quotidiani e periodici costantemente in dotazione alla biblioteca civica è assolutamente gratuita, e che i cittadini imperiesi possono tranquillamente leggere giornali di qualsiasi tendenza politica ogni giorno. I nostri tagli non vogliono certo privare i nostri concittadini della possibilità di informarsi».
Botta e risposta? Finita lì? Macché. Ancora dall’estrema sinistra arriva la correzione all’assessore «azzurro». Carla Nattero fa notare che così però l’unico quotidiano «tagliato» sarà proprio il Giornale, visto che la biblioteca compra la Repubblica ogni giorno. Non solo. «Fa un po’ specie leggere di un assessore che si vanta del fatto che in biblioteca la consultazione dei giornali è gratis - incalza Nattero -. Accade dappertutto, anche nei comuni più sperduti d’Italia. Sarebbe uno scandalo se fosse il contrario». Per fortuna, oltre alla battaglia condotta da sinistra dalla consigliera Nattero, il Giornale, anche a Imperia, ha la sua grande famiglia. I suoi lettori.