Impermeabili di lusso e felpe-Expo: la capitale anticipa le sfilate milanesi

Due eventi affollati di vip nel centro storico: Herno inaugura il primo showroom a Roma e Marella lancia il secondo capo in edizione limitata di «Mood for food».

Non solo piumini superlight, ma anche i «risorti» impermeabili. Da qui è partito il marchio Herno, che torna al passato puntando per la prossima primavera su una «rain collection».
Sarà lanciata alle prossime sfilate di Milano, ma per l'anteprima il marchio nato sul Lago Maggiore ha scelto la capitale, dove ha appena inaugurato il primo monomarca, secondo in Italia dopo Milano, in partnership con il gruppo Sermoneta Luxury Collection.
Una festa affollata di vip, quella in via Borgognona, che riapre la stagione mondana nei negozi del lusso della capitale, alla fine dell'estate.
Il padrone di casa è Claudio Marenzi, che guida la società dal 2007 e ha portato il fatturato, che era di 7 milioni di euro ai 70 dell'ultimo bilancio.
«Herno è un marchio a cui ho ridato vita - racconta Marenzi, che da 2 anni è il numero uno di Sistema Moda Italia, la Federazione confindustriale del Tessile e della Moda Italiana-: l'azienda manifatturiera fondata dai miei genitori nel dopoguerra produceva impermeabili, proprio il capo che voglio rilanciare, con un ritorno al nostro Dna, alla nostra storia».
Piumini bouclè o laminati, con inseri di pelle o pelliccia, sono appesi alle travi-cavalletto in acciaio satinato con ganci abbinati alla cinghia in cuoio, che contraddistinguono il brand. Tra pavimenti di rovere naturale e pareti rivestite in ardesia e flanella, dei video riproducono l'acqua che scorre, quella che ricorda il fiume Erno vicino all'azienda e da cui viene il nome della griffe, con l'agiunta di una H.
L'apertura di Roma è un nuovo passo nella strategia di crescita del marchio dello sportswear di lusso, che nel 2014 ha toccato un fatturato di 60 milioni di euro, in aumento del 20% sull'anno precedente e in sostanziale raddoppio rispetto ai 33 milioni del 2012. Le previsioni per il 2015, come dice Marenzi, sono ancor più positive.
L'amministratore delegato di Herno, insieme a Massimiliano Sermoneta, accoglie sul «grey carpet» gli ospiti del nuovo show room, tra cui Gianmarco Tognazzi, Nancy Brilli, Rossella Brescia e Luciano Cannito, Giorgio Marchesi, Gloria Guida, Federica Vanzina, Claudio Masenza, Matilde Brandi, Milena Miconi e Giulio Base.
Nella stessa serata, altro evento nella parallela del centro storico, via Frattina.
Stavolta è il marchio Marella, del gruppo Max Mara, che ha organizzato una serata ispirata ai grandi temi dell'Exo di Milano, con personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo.
Si chiama «Mood for food taste the italian attitude» e nel flagshipstore presenta la nuova felpa grigia con il melograno disegnato sopra, in «limited edition, disegnata dall'illustratrice Annalisa Beghelli.
É la seconda puntata di una serie legata all'alimentazione, che segue la capsule collection di 6 t-shirt realizzata appunto in occasione dell'esposizione milanese.
E tra giacche e vestiti della nuova collezione sono esposti cartelli con le speciali ricette con le quali l'Academia Barilla reinterpreta gli elementi illustrati sulle magliette e sulla felpa. Piatti finger-food, dal polpo agli agrumi alla panna cotta allo zafferano, che gli ospiti possono degustare mentre ascoltano la musica del dj Niki.