Impiegato al mattino,professionista di seraDenunciati in 1400

Nel 2011 le pubbliche amministrazioni hanno subìto truffe per 2 miliardi di euro. E molti dipendenti sono stati denunciati per "doppio lavoro"

Dipendenti pubblici al mattino, liberi professionisti al pomeriggio. Solo nel 2011 la Guardia di finanza ne ha "pizzicati" ben 1140, denunciati per "doppio lavoro" o incompatibiltà. Il dato vien fuori dalle indagini delle Fiamme gialle, secondo cui il danno erariale subito dalla pubblica amministrazione l'anno scorso è di ben 2 miliardi di euro. Oltre ai "furbetti" tra i dipendenti, sono state molte le truffe tra "finti poveri", "finti malati" e finanziamenti illeciti, per un totale di 18mila denunciati.

Proprio nel campo degli aiuti comunitari o nazionali, la Gdf ha scongiurato la parte più importante di danni, bloccando 700 milioni di euro destinati a finanziare illecitamente progetti. 860 persone, che avevano richiesto fondi comunitari per 250 milioni, sono state denunciate. Restando nel campo degli aiuti nazionali o locali, invece, i truffatori salgono a 10525.

Tra le voci del riepilogo, non potevano mancare le truffe al servizio sanitario nazionale. In questo caso i danni ammontano a 277 milioni di euro, scoperti in 2mila interventi delle Fiamme gialle che hanno portato alla denuncia di 2223 persone. Alti anche i numeri dei "finti poveri": su 17mila controlli, ben 4358 persone hanno usufruito indebitamente di aiuti economici e servizi sociali di assistenza.

Oltre alle truffe, la Corte di Conti ha scoperto oltre 2 miliardi di euro di sprechi, quasi 300 milioni dei quali riguardano proprio la spesa sanitaria.