Impiegato del ministero timbrava e poi usciva

Timbrava il «badge» al giusto orario di entrata e uscita, ma, durante i turni di lavoro, in ufficio non c’era. Per l’accusa di truffa rischia di essere processato a Roma, un impiegato di 59 anni addetto all’ufficio spedizioni del Ministero della Pubblica istruzione. Nei confronti dell’uomo, il pm ha depositato gli atti: cosa che prelude a una richiesta di rinvio a giudizio. Secondo l’accusa, l’impiegato dall’aprile 2005 al novembre 2007, avrebbe timbrato il badge al giusto orario di entrata ma dopo si sarebbe allontanato per tutto il giorno dall’ufficio rientrando poco prima dell’orario di uscita, in tempo per ritimbrare.