Per Impregilo 62 milioni

Impregilo ha definito in via transattiva un contenzioso con l' Ente Nazionale Elettrico Pachistano (Wapda) che riguardava l riconoscimento di costi aggiuntivi per la realizzazione dell' impianto idroelettrico di Ghazi Barotha sul fiume Indo entrato in funzione nell' agosto 2003. La transazione ha comportato, per Impregilo, l' accredito di una somma di 62 milioni di dollari. L' impianto comprende, oltre alla diga di ritenuta, il più grande canale artificiale di adduzione al mondo e ha permesso al Pakistan di aumentare del 15% la capacità produttiva di energia.