Impregilo accelera: attesa la riduzione dei beni sequestrati

La notizia del «maxi dissequestro», vale a dire l’imposizione della Cassazione di ricalcolare l’entità del «maxi sequestro» da 750 milioni di euro disposto dal Tribunale di Napoli a Impregilo nell’ambito della nota inchiesta legata allo smaltimento dei rifiuti, mette il turbo al titolo del maggior gruppo di costruzioni italiano. Il mercato esulta alla forte riduzione dell’entità dei beni congelati, sulla scia di ipotesi che si possa addirittura dimezzare. Il titolo infatti svetta sullo S&P/mib dove ha chiuso in rialzo del 6,32% attestandosi a quota 2,875 euro, sotto il massimo infraday di 2,9 euro. In forte aumento gli scambi con 9,5 milioni di pezzi transitati.