«Impregilo tranquilla»

Non ci sarà nessun impatto sull’azionariato di Impregilo dalla fusione tra Autostrade e la spagnola Abertis. «L’idea che l’operazione Autostrade-Abertis sia un modo per far entrare gli spagnoli in Impregilo è una sciocchezza, ha detto il presidente di Autostrade, Gian Maria Gros-Pietro, a margine di un convegno. Siamo entrati in Impregilo indirettamente attraverso Igli, ma abbiamo detto da subito di non voler avere un ruolo industriale nella società. Escludo che la fusione Autostrade-Abertis potrà avere qualche impatto su Impregilo».