«Impregilo, trattativa in stato avanzato»

Ponte di Messina

«Sono ad uno stadio avanzato» le trattative tra Impregilo e la società Stretto di Messina alla ricerca di una soluzione alternativa dopo la decisione del governo di “congelare” la costruzione del Ponte. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, uscendo da un'audizione davanti alla commissione Ambiente del Senato. Di Pietro ha spiegato di aver dato mandato alla società Stretto di Messina di condurre le trattative con Impregilo, general contractor dell'opera, e finché è in corso la trattativa «restano congelate le attività progettuali previste dal contratto stipulato con la società Impregilo, un tempo di riflessione ininfluente sui costi». Il ministro ha avuto modo di ribadire in audizione che «la Salerno-Reggio Calabria, la Jonica, le autostrade e i sistemi idrici siciliani sono prioritari rispetto al Ponte sullo stretto di Messina».