Imprenditore scomparso: finto sequestro

da Foggia

Non sarebbe stato rapito. Anzi, avrebbe organizzato con alcuni complici lo sforacchiamento con colpi di pistola della sua automobile e si sarebbe reso irreperibile per poi poter dire di essere stato sequestrato, legato mani e piedi e di essere infine riuscito a fuggire, forse per poter finire ancora una volta sulle pagine dei giornali che hanno fatto di lui un eroe anti-mala. Secondo la polizia, è andata così due sere fa quando l'imprenditore agricolo Maurizio Correra, di 41 anni, che nei mesi scorsi disse di essere sfuggito miracolosamente a due agguati, era scomparso nel nulla. La svolta si è avuta ieri sera a tarda ora quanto Correra si è fatto rintracciare dalla polizia alla periferia di San Ferdinando di Puglia (Foggia). Per tutta la notte è stato ascoltato dai poliziotti e dal pm inquirente, Alessandra Fini. Durante l'audizione sarebbe caduto più volte in contraddizione: per questo è stato denunciato per simulazione di reato, detenzione e porto illegale di pistola in concorso con ignoti. La polizia ritiene quindi che l'uomo abbia messo in scena il suo rapimento.