Imprenditore ucciso mentre dorme in casa

Ammazzato nella sua casa a sprangate. La vittima è Mario Zagaria, 28 anni, contitolare di un’azienda agricola, la Agri 2000 di Castel Volturno. Le indagini dei carabinieri sono orientate su un gruppo di immigrati, probabilmente slavi o albanesi, che sarebbero stati visti mentre scappavano dalla zona a bordo di un’auto bianca da alcuni familiari che abitano a poche decine di metri dalla casa di Zagaria. Più complicato appare risalire invece al movente dell’agguato. I carabinieri della compagnia di Mondragone, coordinati dal capitano Claudio Rubertà, stanno valutando una serie di ipotesi, che vanno dal movente di carattere personale all’omicidio a scopo di rapina o maturato nel corso di una lite scaturita da motivi di interesse. Il giovane era solo in casa e dormiva quando hanno fatto irruzione gli assassini, forse quattro secondo il racconto dei testimoni che li hanno visti scappare. Oltre a coltivare alcuni fondi alla periferia di Castel Volturno, Zagaria gestiva insieme ai familiari un allevamento di bufale, il cui latte viene rivenduto ai numerosi caseifici dell’area casertana. Capi di bestiame che, grazie all’alta quotazione del latte impiegato per confezionare la mozzarella Doc, hanno un prezzo non trascurabile e per questo non di rado finiscono nel mirino di bande di malviventi