Imprenditori soddisfatti: consolidare la ripresa

Attestati di frequenza ai 21 ragazzi dell'Its «Rosario Messina». Anzani: pronti per le aziende

Politica industriale, bonus mobili, bonus giovani coppie, economia circolare, sviluppo dei mercati a maggior valore aggiunto e spinta sull'internazionalizzazione delle imprese, manifestazioni fieristiche. Sono i temi discussi nel corso dell'assemblea generale 2016 di FederlegnoArredo e del Forum Legno-Arredo. Tempo, soprattutto, di bilanci: gli imprenditori, infatti, hanno condiviso i risultati di un anno che ha visto la Federazione impegnata, come già accennato, su più fronti.

Approvati all'unanimità consuntivo 2015 e preventivo 2016, il presidente della federazione, Roberto Snaidero, ha sintetizzato il percorso degli ultimi 12 mesi, ma soprattutto le sfide che attendono FederlegnoArredo nei mesi a venire, a partire dalla conferma delle detrazioni fiscali sulla casa. Al termine della parte privata dell'assemblea, sono stati consegnati gli attestati di frequenza ai 21 studenti dell'Its «Rosario Messina» che hanno concluso il biennio di formazione, quindi già pronti per affrontare le affascinanti opportunità professionali che il settore del legno-arredo è in grado di offrire. A conferma dell'impegno delle aziende associate a investire nelle nuove generazioni, linfa vitale per garantire continuità al made in Italy. In occasione della premiazione, accanto al presidente Snaidero, il vicepresidente vicario, Giovanni Anzani (presidente dell'Its), ha ricordato l'importanza strategica di questo progetto perché vitale per il futuro del settore e delle imprese. In occasione della consegna degli attestati, è stato inoltre presentato il progetto della nuova struttura del Polo che vedrà la luce entro la fine dell'anno.

La lunga giornata è proseguita con il Forum del Legno-Arredo che ha analizzato la situazione interna e i mercati più importanti e promettenti per le aziende italiane (con particolare attenzione al prossimo Salone del Mobile di Shanghai e ai Saloni WorldWide di Mosca) «Il 2016 sarà un nuovo anno di crescita per il settore - ha sottolineato Roberto Snaidero - Crescita che dovrà avvenire sia sul mercato interno sia all'estero per consolidare la leadership delle nostre straordinarie aziende».

Sul fronte interno una notizia rassicurante da parte del sottosegretario allo Sviluppo economico, Ivan Scalfarotto, che ha confermato l'intenzione del governo di mantenere il bonus mobili, fattore che ha consentito alle aziende italiane di recuperare competitività e, di conseguenza, di salvaguardare oltre 10mila posti di lavoro.