Gli imprenditori: «Ztl troppo cara»

La sospensione dell’entrata in vigore dell’aumento del costo dei permessi di accesso alla Ztl di Roma, che dal 1° gennaio passerà da 32,70 euro a 550 euro con un aumento del 1.682 per cento è chiesta unitariamente da Acai, Assartigiani, Assistal/Confindustria, Cna, Confetra, Federlazio perché ritenuta «una tassa a carico delle imprese». Si tratta, affermano le associazioni di categoria degli imprenditori, di «un provvedimento penalizzante per le imprese che entrano nella Ztl per motivi di lavoro, per garantire servizi e merci in un’area grande quanto l’intera città di Bologna». Oggi saranno ricevuti dall’assessore Calamante.