«Imprese al centro della partita sviluppo»

«Le imprese devono essere al centro delle politiche per la crescita. Questo è un Paese con straordinarie opportunità di crescita da cogliere, ma che sta facendo di tutto per non mettere le imprese in condizione di operare in modo competitivo». Le riflessioni sono del vice ministro allo Sviluppo economico, Carlo Calenda. Il quale aggiunge: «Ogni euro investito in competitività serve per creare posti di lavoro, non va nelle tasche degli imprenditori. Sappiamo che la crescita e l'occupazione la fanno le imprese. È questa la partita che siamo chiamati a giocare». Cercasi arbitro adeguato che dia il fischio d'inizio.