Imprese, fiducia ai massimi

L'indice destagionalizzato Isae sulla fiducia delle imprese manifatturiere italiane in novembre si è rafforzato a 90,1, toccando i massimi da ottobre 2004 grazie all'aumento degli ordini e alla riduzione delle scorte. Il dato - marginalmente superiore alla media delle stime che indicavano una salita a 90 da 89,5 di ottobre - si pone in controtendenza rispetto all'indice Ifo tedesco, indebolitosi a sorpresa in novembre. «Mentre in Germania l'Ifo è stato depresso dal programmato aumento dell'Iva, in Italia hanno giocato positivamente la flessione dell'euro e il calo del greggio», spiega Lorenzo Codogno di Bank of America. Isae rileva invece un peggioramento delle previsioni a breve sulla produzione ma appare particolarmente confortante la salita degli ordini provenienti dal mercato interno. Il miglioramento più marcato nel mese si rileva nei settori che producono per la domanda finale: l'indice relativo ai beni di consumo passa infatti a 93,6 da 92,3.