Imprese lombarde anticrisi, crescono delle 8% i contratti a progetto

Nonostante il taglio del 3% dei posti di lavoro, aumentano in Lombardia i contratti flessibili. Nel 2010 le nostre aziende hanno assunto quasi 45mila collaboratori a progetto e più di 36mila lavoratori interinali. 62mila gli stagisti che ahnno svolto un tirocinio nel 2009

Saranno quasi 700mila gli italiani che entro la fine dell'anno andranno ad incrementare il numero di coloro che lavorano con contratti «flessibili». Queste le risorse impiegate dalle imprese nel 2010 che si divvidono infatti tra collaboratori a progetto (oltre 180mila) ed interinali (più di 164mila). A questi vanno aggiunti oltre 320mila stagisti, «reduci» da uno stage o un tirocinio che hanno svolto in azienda nel corso del 2009. È quanto emerge da un'elaborazione dell'Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su Sistema Informativo Excelsior 2010-2009.
Complessivamente in Italia il 4,3% delle imprese ha previsto di utilizzare lavoratori interinali nel corso di quest'anno, percentuale sale al 5,9% delle imprese per l'utilizzo di collaboratori a progetto. Questo anche se la crisi fa diminuire del 3% in un anno anche i posti di lavoro a progetto. Ma chi sono i nuovi precari? Si tratta di giovani che hanno una preparazione universitaria, o almeno sono diplomati, più della metà dei quali sono andati a ricoprire figure specializzate o tecniche.
Nella nostra regione ammontano 140mila i lavoratori che entro la fine dell'anno troveranno un posto di lavoro con un contratto «flessibile». Le imprese lombarde nel coroso di quets'anno infatti hanno assunto quasi 45mila collaboratori a progetto e più di 36mila lavoratori interinali. A questi vanno aggiunti circa 62mila stagisti o tirocinanti che hanno avuto un'esperienza nel campo nel corso dell'anno precedente. Complessivamente in Lombardia il 5,4% delle imprese ha previsto di utilizzare lavoratori interinali nel corso di quest'anno, percentuale sale al 6,5% delle imprese per l'utilizzo di collaboratori a progetto. Una forma di collaborazione che, almeno in Lombardia, la crisi non ha toccato: aumentano, infatti, dell'8% in un anno i posti di lavoro a progetto.