Per le imprese un numero verde contro la crisi

L'Unione del commercio lancia un servizio gratuito di assistenza alle aziende. Chi chiama sarà ricontattato in 24 ore. Il presidente Sangalli alle istituzioni: «Serve un patto per rilanciare la fiducia e la crescita economica della città»,

Un numero verde contro la crisi. Il sistema è semplice: l'imprenditore telefona all'800.775000 (la chiamata è gratis) ed espone il suo problema lasciando i propri dati di riferimento. La «macchina» si attiva e in 24 ore sarà richiamato e gli verranno fornite tutte le informazioni richieste per superare le difficoltà (ad esempio come usufruire degli incentivi a disposizione delle aziende). L'iniziativa è stata lanciata dall'Unione del commercio di Milano, un aiuto a risolvere i problemi operativi legati al difficile momento economico. Per le questioni più complesse l'imprenditore verrà chiamato per un appuntamento con il responsabile dell'associazione di riferimento, e in una fase successiva tutti coloro che hanno chiamato il numero verde saranno comunque ricontattati per sapere se le informazioni ottenute sono state soddisfacenti e hanno portato a buoni risultati.
Questa mattina all'assemblea generale dell'Unione del commercio che si è tenuta nella sede milanese di corso Venezia, il presidente Carlo Sangalli ha chiesto alle istituzioni locali presenti - il sindaco Letizia Moratti, il governatore Roberto Formigoni e il presidente della Provincia Filippo Penati - un patto per rilanciare la fiducia e la crescita economica milanese. Da un'indagine condotta presso 900 aziende associate è emerso che il 66% ha avuto più difficoltà a pagare i fornitori e l'82% ha rilevato altrettante difficoltà da parte dei propri clienti. Il 50% ha avuto problemi nell'accesso al credito bancario e il 70% ha dichiarato di aver aumentato i ricavi con promozioni e vendite di fine stagione. «Si va oltre la crisi economica - sostiene Sangalli - se siamo in grado di ricreare un clima di fiducia tra istituzioni, mercato e cittadini».