«Impressioni» dalla Cina

Fugaci momenti di cambiamento dei paesi del sud-est asiatico. Espressi con la poeticità e la capacità figurativa di un artista dal linguaggio mai sdolcinato, fonte di una ricerca intima ed introspettiva. Tutto questo nella mostra «Impero. Impressioni dalla Cina» di James Whitlow Delano, inaugurata ieri alla Triennale. 80 fotografie rigorosamente in bianco e nero (di difficile collocazione temporale ad esprimere l’immutabile forza di questo popolo in continua trasformazione), che ritraggono scene di quotidianità e soggetti di cui l’autore mette in evidenza l’energia e la singolare dignità.