Le imputazioni: insider trading e abuso d’ufficio

Il governatore della Banca d’Italia Antonio Fazio è indagato dalla Procura di Milano per insider trading nell’ambito dell’inchiesta sul tentativo di scalata della Bpi ad Antonveneta. Fazio avrebbe infranto una norma della legge entrata in vigore in primavera sul «market abuse». Gli inquirenti gli contestano un abuso di informazioni privilegiate e manipolazione del mercato. In particolare, avrebbe divulgato alla «squadra» di Gianpiero Fiorani, amministratore delegato della Banca Popolare Italiana, informazioni riservate e sensibili per il mercato. Fazio sarebbe indagato da quest’estate. Il governatore era già stato indagato dalla Procura di Roma, sempre nell’ambito dell’inchiesta su Antonveneta, ma soltanto per l’ipotesi di abuso d’ufficio. Per questo motivo Fazio è stato interrogato dai pm della Capitale lo scorso 10 ottobre.