Inaugurazione L’insediamento sarà il più caro della storia Usa

Oltre a richiamare milioni di persone da tutta l’America il giuramento di Barack Obama potrebbe essere anche il più caro della storia e lo staff del presidente eletto sta cercando di mettere un freno alle spese. Ogni presidente ricorre infatti a finanziamenti privati per pagare fuochi d’artificio, banda e parata il giorno del suo insediamento ma, in tempi di crisi economica, Obama non vuole iniziare il suo mandato con un record di spese. Il presidente eletto ha già fissato un limite alle donazioni a 50mila dollari ciascuna, contro i 250mila possibili fino a oggi. L’ultima inaugurazione, quella del 2004, è costata 42,3 milioni di dollari, ma il Distretto di Columbia ha dovuto sborsare ben 84 milioni di dollari di paga straordinaria agli operai per la giornata festiva. Tra sicurezza e pulizie del giorno dopo l’ultima cerimonia è costata al governo 115 milioni. Le restrizioni imposte da Obama prevedono inoltre che non siano possibili donazioni dalle grandi società, dalle lobby, né dalle associazioni politiche, introducendo così le norme più severe nella storia della cerimonia.