Incastrata in bagno, la salvano i pompieri

Dopo i soccorsi è stata calata dalla finestra

Un lieve malore, la caduta in bagno, e quando ha cercato di rimettersi in piedi si è accorta di essere rimasta incastrata tra i sanitari. Sia per l’età, 70 anni, sia per la mole, 130 chili. E così la povera signora ha dovuto attendere un’ora e mezzo prima di essere liberata dai vigili del fuoco.
La pensionata ha avuto il malore verso le 15 mentre era sola nella sua abitazione al secondo piano di via Edison 14 a Novate Milanese: il marito infatti è morto molti anni fa e la figlia, che abita ancora con lei, era al lavoro a Milano. E, nella caduta, è finita giusto giusto tra tazza e bidé. Ha chiamato aiuto e dopo pochi minuti sul posto c’era già la figlia e il personale del 118, ma non c’è stato nulla da fare: nonostante gli sforzi, la pensionata rimaneva prigioniera dei sanitari.
Alla fine hanno dovuto intervenire i vigili del fuoco che hanno demolito mezzo bagno. I pompieri l’hanno poi imbragata e calata dalla finestra con una speciale barella solitamente usata nei soccorsi alpini. A questo punto, ed erano ormai le 16.30, è stata affidata al 118 e trasportata all’ospedale di Cinisello in codice giallo, media gravità, dove, a scanso di equivoci, è stata trattenuta in osservazione.