Incastrato dall’abbronzatura rapinatore di banche in manette

Tradito dall’abbronzatura. É stata la tintarella ad incastrare il rapinatore di banche del Savonese arrestato ieri ad Albenga: i carabinieri gli hanno trovato in casa armi e un bottino del valore di 70 mila euro.
L’uomo, un incensurato di 37 anni, italiano ma di origini brasiliane, è residente nel Torinese, ma aveva preso in affitto una casa a Loano, per passare al mare il periodo estivo. Una passione, quella per le spiagge, che gli è stata fatale.
Gli inquirenti, che lo accusano di aver messo a segno almeno quattro rapine e di averne tentata un’altra, sempre tra Albenga e Savona, hanno infatti esaminato le immagini riprese dalle telecamere delle banche rapinate. E hanno notato come, rispetto al primo colpo, in cui il bandito appariva pallido, l’uomo si fosse progressivamente abbronzato: indizio che suggeriva come il ricercato potesse essersi stabilito nella zona per le vacanze.
Nonostante fosse incensurato, il rapinatore è stato individuato. E nella casa al mare, oltre al bottino (anche in valuta straniera) e a due pistole (una vera, una giocattolo), i carabinieri hanno ritrovato le magliette indossate durante una rapina.
Le indagini proseguono ora nella casa in Piemonte dell’arrestato, per verificare se siano addebitabili a lui anche altre rapine compiute in quella regione. Senza abbronzatura però.