Incendi, una guerra: aumentati del 196 per cento

I dati del direttore regionale della Protezione civile del Lazio Pucci

Un’estate durante la quale «si è consumata una guerra» quella appena trascorsa nel Lazio per gli incendi che hanno toccato quota 8mila 497 rispetto ai 2.868 del 2006 segnando un +196 per cento. I dati sono stati illustrati ieri dal direttore regionale della Protezione civile del Lazio Maurizio Pucci. Nel 2007 i volontari della Protezione civile impegnati nella lotta agli incendi sono stati 30.495 rispetto agli 11.503 del 2006 con un incremento pari al 165 per cento; i mezzi impegnati nel 2007 sono stati 10.627 contro i 3875 del 2006, con un incremento pari al 174 per cento.
Numero di incendi. Nella provincia di Roma si è verificato il maggior numero di incendi (3.752), circa il 44 per cento del totale della regione. Seguono la provincia di Latina con 2.360 incendi (28 per cento), Frosinone con 1.308 incendi (15 per cento), Viterbo con 723 incendi (9 per cento) e Rieti con 332 (4 per cento).
Uomini e mezzi impiegati. Nella sola provincia di Roma sono stati impegnati 12.617 uomini e 4.180 mezzi per fronteggiare le emergenze causate dagli incendi. Nella Provincia di Latina sono intervenuti 8.432 uomini e 3.332 mezzi, nella provincia di Frosinone 5.094 uomini e 1.694 mezzi, nella provincia di Viterbo 2.743 uomini e 902 mezzi, nella provincia di Rieti 1.609 uomini e 519 mezzi.
Interventi aerei. La provincia di Roma si colloca al primo posto nel Lazio, con un totale di 529 interventi. Nel 2006 nella stessa provincia gli interventi aerei furono 95. A seguire si colloca Latina con 342 interventi.