Incendiati nella notte decine di auto e scooter

I piromani non danno tregua. Ancora una dozzina d’auto in fiamme nella notte di venerdì. Una corsa senza sosta per i vigili del fuoco intervenuti da una parte all’altra della città, segnalazione dopo segnalazione, fino alle quattro del mattino. I danni più ingenti in via della Concordia, zona Nord dove poco dopo la mezzanotte e mezza sono state danneggiate dalle fiamme cinque automobili e un motorino. Ma altri incendi dolosi sono scoppiati in centro e in periferia: in via Caia, via Soana, Via Mario Ruta a Ostia, via Terni, via Matera, via Ciro Menotti fino all’ultimo, alle quattro, in via Ciamarra, a Cinecittà. Per ogni strada almeno una vettura ridotta in carcassa di lamiere roventi. In via Ciro Menotti, al rione Prati, in particolare, sono stati distrutti ben quattordici ciclomotori, una moto e una Bmw. In via Concordia (la zona più colpita, si diceva) sono finite in cenere una Smart e una Citroen Saxo, una Passat, una 500 e una Peugeot 206. Poco prima dell’una, invece, in via Acacia, nella zona Appio-Tuscolana, un’altra Fiat Uno è stata incendiata; in via Terni è rimasta danneggiata una Ford Focus. A Cinecittà è bruciata, infine, una Volkswagen Passat. Ma chi e perché continua ancora a dare fuoco ai veicoli dei romani parcheggiati in strada? Un incubo senza fine dalla scorsa estate a oggi. Un gioco di una banda di teppisti, come aveva più volte sottolineato lo stesso prefetto Serra, o semplicemente il gesto di qualche squilibrato o una serie di emulatori? Un rebus ancora tutto da risolvere e al quale lavorano gli uomini dello speciale nucleo giudiziario dei vigili urbani e dei pompieri. Da accertare se gli episodi dell’altra notte siano collegabili tra loro. Sui luoghi dei roghi, oltre ai vigili del fuoco, sono intervenuti anche gli agenti della polizia.