Incendio in una centrale nucleare: fermata

A fuoco un generatore elettrico nei locali della centrale di Vandellos II in Spagna. L'autorità di controllo: incendio spento, "tutti i sistemi di sicurezza dell'impianto hanno funzionato come
previsto, la centrale è ferma e in condizioni stabili, non interessato il reattore"

Madrid - Un incendio si è sviluppato stamattina nei locali di una centrale nucleare in Catalogna, nel nord est della Spagna, e l'impianto è stato fermato. L'incendio é stato domato. Lo ha detto oggi il Csn, l'autorità spagnola per la sicurezza nazionale. "Il responsabile della centrale nucleare di Vandellos II ha informato il Consiglio di sicurezza nazionale... che alle 08:49 di oggi un incendio è divampato nel generatore elettrico", ha detto il Csn. "Alle 10:30 l'incendio è stato completamente spento", ha aggiunto il Csn nel suo sito, precisando che "tutti i sistemi di sicurezza dell'impianto hanno funzionato come previsto" e "attualmente, la centrale è ferma e in condizioni stabili". "L'incendio non ha avuto alcun impatto sui lavoratori o sull'ambiente", ha detto l'organismo. Secondo l'organizzazione Greenpeace, verso le 10:00 era visibile una grande colonna di fumo che usciva dalla sala delle turbine.

"Non toccato il reattore" L'incendio ha interessato un generatore in un edificio convenzionale separato dal reattore, che non è stato quindi toccato, e il fermo del reattore è scattato automaticamente. "L'incendio ha avuto luogo nel generatore, un edificio convenzionale separato dal reattore", ha detto Rafael Cid, vicedirettore generale del Consiglio per la sicurezza nazionale (Csn) spagnolo. Il generatore è dove le turbine trasformano in elettricità l'energia prodotta dal reattore atomico. "Dal punto di vista della sicurezza siamo relativamente tranquilli", ha detto Cid, aggiungendo che la centrale è ancora ferma e che la parte danneggiata dall'incendio deve essere sostituita. Costruita nel 1980 e autorizzata a funzionare fino al 2010, la centrale Vandellos II è una delle sei attive in Spagna ed è sfruttata congiuntamente dai gruppi energetici Endesa e Iberdrola. Il suo impianto è gestito dall'Anav (Associazione nucleare Ascò Vandellos), finita sotto i riflettori lo scorso aprile con l'accusa di non aver informato correttamente le autorità su un incidente senza conseguenze verificatosi nel novembre 2007 nella centrale di Ascò.