Incendio doloso a Macchia Grande: distrutti circa 150 ettari di bosco

È di natura dolosa l’incendio di vaste dimensioni divampato nel primo pomeriggio di ieri nella località Macchia Grande, nella zona di Castel di Guido, località a pochi chilometri dalla capitale. Lo ha dichiarato la Forestale precisando che le fiamme hanno distrutto circa 150 ettari di bosco, in particolare conifere e latifoglie, e che l’incendio aveva un fronte del fuoco iniziale di 150 metri.
A svolgere le operazioni di spegnimento sono state diverse squadre della Forestale, della Protezione civile regionale e comunale e, ovviamente, vigili del fuoco. Per spegnere le fiamme sono subito entrati in azione sei mezzi aerei: un elicottero AB 412 del Corpo forestale dello Stato, tre elicotteri della Protezione civile, uno dei Vigili del fuoco e un Canadair.
L’incendio si è sviluppato all’altezza del chilometro 17 dell’Aurelia, al confine tra il comune di Roma e quello di Fiumicino, e si è poi propagato verso l’interno a causa dell’aumento delle temperature e del forte vento di scirocco. Le fiamme hanno lambito anche una delle due aziende agricole comunali biologiche, dove si trovano flora e fauna di particolare pregio. La Forestale ha segnalato che non vi è alcun pericolo per le abitazioni o per le persone.
La segnalazione dell’incendio era arrivata al centro di controllo della sala operativa della Protezione civile regionale alle 14,15. A quel punto sono stati subito inviati mezzi di terra: cinque pick-up con modulo antincendio, un unimog, oltre agli elicotteri, decollati da Roma e Viterbo. Le fiamme sono state domate solo a tarda sera.