Incendio: la romena si era tagliata le vene

Aveva le vene dei polsi tagliate Maria Debrida, la romena morta lunedì sera in un manufatto nei pressi di Casalpalocco. È quanto sarebbe stato accertato da un primo esame del medico legale compiuto sulla salma. Agli investigatori, i carabinieri della Compagnia di Ostia, questo elemento farebbe ritenere più plausibile l’ipotesi del suicidio rispetto a quello di una aggressione. A supportare questa tesi anche il colloquio telefonico tra la donna e il marito, avvenuto in serata.