Incendio a Villa Turro, è doloso

Una casa di cura sede distaccata del San Raffaele

L’ambulatorio di una sede distaccata del San Raffaele è andato a fuoco ieri sera a Milano. È accaduto alle 17 e 50 nella ex «Villa Turro», in via Stamira d’Ancona, fra viale Monza e via Padova, dove la fondazione «Centro San Raffaele» gestisce fra l’altro una casa di cura. Le fiamme hanno gravemente danneggiato le apparecchiature di uroflussometria ed ecografia, ma non ci sono stati né feriti né intossicati: cinque pazienti ricoverati al piano superiore sono stati trasferiti in altri reparti. Alle 17 e 54 è stato allertato il 118. Il pronto soccorso ha inviato sul posto un’ambulanza che non è servita: dopo una decina di minuti scarsi la situazione era tornata sotto controllo. Si pensa a un’origine dolosa del rogo. I vigili del fuoco hanno accertato che nella stanza le prese elettriche erano intatte e i macchinari staccati. Escluso quindi il corto circuito. Il custode del complesso sanitario, inoltre, ha riferito di aver sentito scattare dieci minuti prima l’allarme anti-intrusione nel laboratorio di Urologia.
Il centro «San Raffaele Turro», ospita in sette palazzine le divisioni di Psichiatria e Psicologia clinica, Neurologia e Urologia, oltre a servizi di diagnostica, riabilitazione e ricerca: 314 posti letto.