Inceneritore Solo parole, promesse in fumo

Sei mesi non sono bastati. E nemmeno un anno. La commissione di saggi incaricata dal Comune di studiare il caso inceneritore ha chiesto all’assessore Carlo Senesi altro tempo. Eppure secondo i proclami della giunta Vincenzi di molti mesi fa, i saggi «entro la fine dell’anno», ma parliamo dell’anno 2008, avrebbero dovuto indicare la strada da seguire. Il Comune aveva annunciato che entro gennaio 2009 sarebbero partiti i bandi per la realizzazione dell’impianto. Invece niente. Né a gennaio, né a febbraio, né a marzo, né aprile, né maggio. E così è passato un altro anno. Di discorsi.
Segno che le uniche ad andare in cenere, fino ad oggi, sono state le promesse del sindaco e le speranze dei genovesi. Anche perché (...)