Incentivi per coltivare la marijuana: scoppia la polemica in Liguria

La proposta dell'assessore Rossi: incentivi economici per chi converte i terreni incolti in coltivazioni di cannabis. Cosa ne pensate? Votate il sondaggio

Il dibattito sulla liberalizzazione delle droghe leggere divampa anche in Regione Liguria. A far infiammare la Giunta Burlando è stata la proposta dell’assessore allo Sport Matteo Rossi di portare in Consiglio regionale e sottoporre poi a un ramo del parlamento "una legge-voto che prevede anche incentivi per chi converte i terreni incolti in coltivazioni di cannabis".

Il vento di legalizzazione della cannabis che spira dagli States sembra aver già contagiato anche l'Italia. Ad aprire il dibattito sulle droghe leggere è stato l'assessore leghista Giovanni Fava che ha sfidato il governatore Roberto Maroni e i vertici del Carroccio dicendosi favorevole alla legalizzazione della marijuana. Dalla Regione Lombardia ai palazzi capitolini il passo è stato breve. Col Sel di Nichi Vendola che ha subito cavalcato la boutade del leghista invitando le Camere a rivedere la Fini-Giovanardi che regola lo spaccio e il consumo di stupefacenti. Mentre il dibattito etico sull'erba resta aperto, a livello regionale c'è già chi si muove per arrivare alla legalizzazione della canna. In Liguria, che è stata una delle prime Regioni italiane ad avere approvato l’utilizzo terapeutico di farmaci a base di cannabinoidi, l'assessore Rossi ha proposto di incentivare chi converti terreni incolti in campi di marijuana. "La Liguria potrebbe così diventare un modello per il Paese - è il ragionamento dell'esponente del Sel - promuovendo un processo di innovazione sociale e culturale".

La proposta dell'assessore allo Sport ha già incontrato la ferma opposizione del gruppo regionale di Forza Italia. "Appare incredibile che, invece di concentrarsi su temi che toccano il lavoro, i giovani, le famiglie e l’economia della Liguria, la giunta regionale di centro sinistra dibatta se legalizzare o meno la marijuana", ha dichiarato il vice presidente del gruppo, Marco Scajola. "Sia chiaro - ha aggiunto il nipote dell'ex ministro Claudio Scajola- che per noi questo argomento è inaccettabile, non affrontabile, le priorità sono ben altre e riteniamo che l'ipotesi di legalizzare le droghe vada contro a quei principi educativi, etici, morali e formativi che vogliamo che i nostri figli apprendano. Per non parlare dei danni alla salute che tali sostanze recano alle persone". "Fa proprio sorridere -ha concluso l'esponente di Forza Italia- il fatto che l'assessore allo Sport, ovvero colui il quale dovrebbe trasmettere e condividere principi e valori che mettono in primo piano la salute fisica e mentale dei giovani, si concentri su questioni come la legalizzazione della droga".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/01/2014 - 19:21

li incentiva poi chiama i carabinieri per metterli dentro? :-) mazza quanto intelligenti sono questi comunisti.... :-)

marcelletto36

Gio, 09/01/2014 - 19:38

E' semplicemente stupido pensare di legalizzare le canne (dato che di fatto lo sono già con la faccenda dell'uso personale dell'erba) come lo è paragonare l'uso abituale della cannabis al bicchiere di vini o al grappino,,,mi meraviglia Feltri che non sembra capirne la differenza,mentre non si rende conto che solo il parlarne fa venire alla luce quei genietti del SEL che addirittura ne vogliono immediatamente premiare la coltivazione...Mi sembra che ci siano abbastanza drogati in giro(in politica e nei vari movimenti pseudo politici specialmente SINISTRONZI) senza dar loro l'imprimatur della LEGALIZZAZIONE..,che ne renderebbe anche più facile il proliferare!

MEFEL68

Gio, 09/01/2014 - 19:47

Già trovo sbagliato legalizzare l'uso di droghe. Questa liberalizzazione equivale a un atto di resa dello Stato che così consacra la sua impotenza di fronte allo strapotere delle lobbies dei narco-trafficanti. Questi si troveranno a guadagnare di più in virtù del diffondersi della droga (non si avrà più la percezione di commettere un reato)e poi perchè non avranno più bisogno di ricorrere a costosi espedienti perchè non correranno più il rischio di essre scoperti ed arrestati. Con lo stesso principio, lo Stato potrebbe legalizzare l'evasione fiscale, tanto, gli evasori, come gli spacciatori, finchè non vengono scoperti, evadono lo stesso.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Gio, 09/01/2014 - 19:47

Marco Scajola??? un paraculato che e' li solo xche' nipote di casa a sua insaputa... sono sti inutili esseriraccomandati che rovinano il paese

Giampaolo Ferrari

Gio, 09/01/2014 - 19:49

Non so se sia vero ma con una quindicina di piante si puo guadagnare 40/50 mila euro l'anno. W LA MARIA.

Ritratto di bracco

bracco

Gio, 09/01/2014 - 20:03

Di solito le proposte vengono da chi ne fa uso o da chi ne trae profitto. A questi paladini dello sballo del cervello, darei la possibilità quando la canna non gli basterà più farsi pure con l'eroina, magari con quella tagliata da portarli in overdose nel mondo dell'aldilà. Ma vedi un po' se certi politici invece di cercare una soluzione per il lavoro che manca ai giovani vanno a cercare la liberalizzazione delle droghe.....

zeuss

Gio, 09/01/2014 - 20:12

Ma italiani ci rendiamo conto chi ci governa, oppure non sappiano niente, non ci interessiamo di niente? Allora fanno bene questi governanti, a sparare le loro str............. E noi li paghiamo profumatamente, per fare niente, fare distrastri e siamo contenti.Invece di mettrli al rogo, li applaudiamo. Masochisti.

kyser

Gio, 09/01/2014 - 20:24

Mamma mia! assessore allo sport, qualcuno deve ancora spiegarti quali sono le tue competenze! Volesse legalizzare gli steroidi magari si poteva capire l'attinenza, ma la cannabis non c'entra nulla con il tuo mandato! Io non sarei contrario a legalizzarla, ma è pericolosa e se legalizzata andrebbe fatta una legge seria che punisca gli abusi con polso durissimo e che impedisca la guida ai consumatori, il problema è che in Italia il polso duro è un utopia e per come fanno le cose sarebbe una rovina.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 09/01/2014 - 20:34

...Forse è arrivato il momento di modificare e ripristinare qualche art.della legge 180, cd Basaglia, relativa alla chiusura dei manicomi. Si perché all'epoca non si pensò al fatto che, in avvenire, col mutare dei tempi, sarebbe potuto tornare utile per qualche categoria di persone ad esempio politici od altri che, incapaci di proporre piani per risollevare le sorti dì famiglie che fanno la fame, per mera visibilità medianica, passano notte insonni ad inventarsi stronzate.

vince50

Gio, 09/01/2014 - 20:47

Di fare cose normali in italia fatte con la testa non se ne parla proprio,si passa dal proibizionismo agli incentivi pro coltivazioni.Prima o poi saremo amministrati(comandati)dai musulmani oppure i cinesi,ci metteranno in riga altro che europa.

aredo

Gio, 09/01/2014 - 20:49

Tutto questo ad ulteriore conferma di cosa è la sinistra .. La sinistra è mafia. La sinistra è criminalità. Loro diffondono le droghe e ci lucrano sopra. Loro sono spacciatori. Conniventi dei criminali. Che poi mandano in piazza a bruciare le auto ed i negozi vestiti da black-bloc. La sinistra è terrorismo. La sinistra è pazzia. Questa sinistra è la feccia del '68. Tutta la loro essenza si basa su droga, armi, gay.

Perlina

Gio, 09/01/2014 - 21:31

Vedo già mezza Italia darsi all'agricoltura. Primi fra tutti i nostri amministratori. Io sarei si per dare incentivi, ma a chi prende a calci nel sedere chi si trova a potata di piede questo personaggio. Con tutti i c....i che ha la Liguria pensate voi se in regione si debba discutere di questo.

zadina

Gio, 09/01/2014 - 21:51

Chi desidera legalizzare le droge che siano leggere o pesnti non ha mai visto o fa finta di non vedere gli effetti sulle persone che la usano personalmente sono assolutamente contrario all'uso di tali stupefacenti a meno siano ordinati sotto il contollo dei medici mio padre fu salvato dai medici inestremis somministrandogli dosi di morfima al contrario mio nipote è stato un anno in una comunita raggiunta l'eta di 18 anni è voluto tornare a casa dicendo di affrontare il problema da solo con l'aiuto di tutta la famiglia a 19 anni un gioro è scomparso senza dire nulla a nessuno non si è portato nulla solo i vestiti che indossava da alora ricercato tramite polizia in TV trasmissione ( chi la vito ) sui giornali con tutti i mezzi di comunicazione possibili fino ad oggi non abbiamo saputo nulla credete è un dolore insopportabie per tutti i famigliari e nel fratempo è morto suo padre è morta sua nonna che tanto egli amava probabilmente non lo avra mai saputo, coloro che voglino le droghe libere riflettano su questi effetti.

gguazzaroni

Gio, 09/01/2014 - 21:59

Buonasera,vorrei avvisarvi che la cannabis è già LIBERA!!La legge ne prevede il possesso per uso personale in modica quantità. Lo stato dovrebbe liberalizzare la presa per il culo di vietarne la coltivazione e lavendita permettendone al contempo il posseso. Favorendo il monopolio alla malavita.

ugsirio

Gio, 09/01/2014 - 22:52

Se proprio vogliono fare soldi a tutti i costi legalizzino la prostituzione è sempre meno pericolosa della cannabis.Oltre ad essere altamente fuori controllo oggi ci renderebbe le strade pulite e toglierebbe miliardi alla malavita organizzata.

jakc67

Gio, 09/01/2014 - 23:25

io che sono tutt altro che sinistriota sono convinto, invece, che una forma di legalizzazione e quindi di conseguente controllo ci voglia: siamo seri ed obbiettivi, al giorno d oggi acquistare materia da canne (non me la sento di chiamarla erba o "fumo", sul mercato di piazza si trova sollo della porcheria probabilmente tossica) è molto più semplice che acquistare sigarette (in teoria per acquistare le seconde bisogna almeno dimostrare la maggiore età e gli spacciatori superano di gran lunga per numero e orari di "apertura" i tabaccai), quindi o stronchiamo definitivamente il mercato o lo mettiamo sotto controllo, pensare ad altre soluzioni fa comodo solo a chi da questa piaga, che il mercato nero rende purulenta, trae guadagno. una corretta informazione ed una gestione legale della cosa aiuterebbe chi ne è fuori a comprendere il problema e magari a rimanerne fuori e chi ne è coinvolto od intende entrarci ad evitare problematiche dovute al malaffare (mai saputo di un fumatore ucciso perchè non ha pagato le siga) e dai rischi dovuti uso di sostanze pressochè sconosciute...

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Ven, 10/01/2014 - 02:49

--- .......cosa leggo: " promuovendo un processo di innovazione sociale e culturale". " ---- Certamente è una cultura evoluta di una regione "molto ma molto comunista", altroché salottiera!! questa è "gente che le canne se li fanno "mattina - mezzogiorno e sera" e quando dormano "sognano le canne". Povera Italia si è ridotta al "fumo di una canna". Poiché sono in crisi "si inventano anche di coltivarla per abbattere i costi e non essere sotto minaccia dagli stessi spacciatori". Però un po' di cervello l'hanno ancora, non è ancora andato tutto in fumo, senz'altro dopo, quando saranno liberi di farsi tutte le canne che desiderano, magari seduti comodamente ad un bar vicino ad una scuola pubblica affinché "lo stesso insegnate che si fa la canna possa dire allo studente "Ne vuoi una anche tu ?".... CHE LURIDO MONDO, e noi Italiani crediamo di essere "un popolo corretto"

millycarlino

Ven, 10/01/2014 - 08:09

Cosa ne pensiamo? Nella Genova da sempre rossa (io ci sono nato e vissuto) non c'è mai stato modo di stupirsi di niente. Ora è veramente "stupefacente" ciò che vi accade. Milly Carlino

danielex79

Lun, 27/01/2014 - 18:53

Che tristezza la maggior parte dei commentatori di questo post!! Ancora ne fate un fatto politico, sinistroidi,comunisti,drogati ecc.,guardate che anche persone di destra e altre ideologie fanno uso di cannabis!! Ma da dove venite dalle caverne?? Io non sono di sinistra e sono favorevole alla legalizzazione di droghe leggere, e facendo uso santuario di cannabis non mi sento per niente un drogato (come dite voi)!! Fumo da 20 anni , gestisco un'attività da 15, ho 2 figli , svolgo una vita normale , non ho mai portato la macchina da "fumato", e non ho mai infastidito nessuno. A quei personaggi medioevali che parlano per ignoranza e ipocrisia chiedo di documentarsi un pò, e vi porgo una domanda: Perchè nella vostra crociata,volete fare a tutti i costi fare i paladini per la salute della gente e con tutta la vostra presunzione pensate di poter decidere per la vita altrui?!?! Criminalizzate la cannabis quando vicino a voi ci sono cose ben peggiori (alcool, tabacco ,psicofarmaci, ecc.)e soprattutto LEGALI ,ma voi preferite girarvi dall'altra parte!! Magari chi è contro la cannabis è un alcolizzato del cazzo, molto più dannoso per la società per ovvi motivi, a dimenticavo che è LEGALE !! Saluti.

lorenzovan

Lun, 21/04/2014 - 19:12

approvo in toto il post di Daniele 79...ho 73 anni..fumo(saltuariamente ...) da 50 anni...il che non mi haimpedito di fare un fortuna lavorando nella recuoperazione di case in Amsterdam!!! mai avuto incidenti di auto...ben al contrario..qualche ubriuaco mi ha causato parecchi danni... aggiungo...la legalizzazione toglierebbe milioni alle mafie del traffico farebbe incassare milioni di IVA e IRS darebbe posti di lavoro ( vedi i coffeshop in Olanda) separerebbe una volta per tutte le droghe pesanti da quelle leggere e qua' mi associo a Daniele..niente a che vedere con destra e sinistra piu' a vedere col vecchio stantio e il nuovo aperto ai tempi moderni