Incentivi sulle assunzioni via libera dell’Unione Europea

Deduzioni per 1,3 miliardi di euro Miccichè: vittoria per governo e Mezzogiorno

da Roma

Via libera della Commissione europea agli incentivi fiscali per l’occupazione, approvati dal governo italiano nel marzo scorso con il decreto legge sulla competitività. Il sistema consente deduzioni dall’Irap per 1 miliardo e 300 milioni di euro complessivi, allo scopo di favorire la creazione di nuovi posti di lavoro, in particolare nel Sud.
Secondo l’esecutivo di Bruxelles, «la misura incoraggia l’assunzione di lavoratori nelle aree assistite del Mezzogiorno, dove il tasso di disoccupazione è ancora elevato rispetto al resto d’Italia». Inoltre, la Commissione ritiene che le eventuali ricadute negative sulla concorrenza siano «proporzionate» agli obiettivi del nuovo regime fiscale. La stessa Neelie Kroes, severo commissario europeo alla Concorrenza, osserva che questa misura «dimostra una volta di più che gli aiuti di Stato possono svolgere un ruolo attivo nel sostenere la creazione di posti di lavoro, pur evitando indebite distorsioni della concorrenza».
L’autorizzazione di Bruxelles agli incentivi Irap «è il giusto risultato della battaglia condotta dal governo per il Sud», commenta il ministro per lo Sviluppo Gianfranco Miccichè, che rigrazia il commissario Kroes «per aver compreso le nostre ragioni». Le aziende sono autorizzate a dedurre 20mila euro per ogni nuovo posto creato sino alle fine del 2007. Le deduzioni possono salire fino a 100mila euro per ogni nuovo occupato nel Mezzogiorno.