Inchiesta Clearstream, Villepin dai magistrati

Parigi. In Francia torna alla ribalta il caso Clearstream, e questa volta è il premier Dominique de Villepin a essere messo in causa: è sospettato di aver voluto sfruttare nel 2004 un falso elenco di versamenti su conti bancari segreti presso la società finanziaria lussemburghese Clearstream per incastrare alcuni avversari politici, primo fra i quali il ministro dell'Interno - e rivale politico - Nicolas Sarkozy. Villepin, che proprio ieri ha dichiarato di non essere interessato a concorrere per le presidenziali della prossima primavera, dovrebbe essere ascoltato nei prossimi giorni dai magistrati. Rimane da stabilire se lo sarà in qualità di semplice testimone - nel qual caso nessuna infrazione né complicità potrà essergli rimproverata - oppure di «testimone assistito» o addirittura di «indagato».