Inchiesta dell’Aquila Il Pdl si stringe intorno a Claudio Eva

Grande solidarietà intorno al professor Claudio Eva, «in relazione all’incredibile vicenda giudiziaria che lo vede di fatto accusato per non aver previsto un terremoto, quello dell’Aquila». Il coordinamento metropolitano del Pdl ha espresso a Eva, che ne fa parte «la massima solidarietà». E continua: «A prescindere da ogni valutazione sull’operato presente e futuro della Magistratura, resta pesantissimo dover constatare ancora una volta come la ricerca a tutti i costi di responsabili delle conseguenze di eccezionali eventi naturali costituisca in realtà una evidente fuga delle vere responsabilità». Il senatore Giorgio Bornacin aggiunge non senza una buona dose di ironia che «d’ora innanzi ogni martedì e sabato milioni di italiani verranno messi sotto accusa per non aver indovinato la combinazione del superenalotto». Sul caso interviene anche il deputato Roberto Cassinelli che analizzando l’accaduto si chiede «cos'è che fa più paura in questa vicenda? Il fatto che stimati professori e geologi della Commissione grandi rischi, tra cui il nostro Professor Claudio Eva, non abbiano previsto un terremoto che forse neanche un Harry Potter in forma smagliante avrebbe potuto prevedere, o che la Magistratura ancora una volta abbia deciso di rinviare a giudizio delle persone sulla base non di fatti reali e confermati, ma di semplici teorie?.Il Tribunale dell'Aquila ha stabilito che i sette componenti della Commissione Grandi Rischi (tra cui Claudio Eva Professore all'Università di Genova), incaricata di valutare il rischio di terremoto all'Aquila, siano processati per omicidio colposo plurimo. Gli imputati, insomma, avrebbero dovuto prevedere gli eventi futuri sulla base dello sciame sismico precedentemente registrato. «Sia chiaro - aggiunge Cassinelli - non voglio certo discutere su una catastrofe di dimensioni inaudite che ha provocato 309 vittime, centinaia di feriti a cui va la mia più sincera solidarietà e che ha portato alla luce problemi strutturali, sottovalutati nei decenni precedenti, ma sono qui per sottolineare come questa accusa sia basata su fondamenta veramente poco stabili». C’è da chiedersi se sia possibile prevedere i terremoti. «Al momento - ricorda ildeputato - scienziati ed i geologi di tutto il mondo lo escludono. La mia solidarietà e tutta la mia stima vanno, in questo momento, all'amico Claudio Eva, stimato Professore, anche a livello internazionale, certo che quest'accusa, sicuramente non cambierà l'opinione di tutti quelli che lo conoscono, che lavorano fianco a fianco con lui da anni e che ne apprezzano l'onestà intellettuale».